Giorgio Pompa : IL REPARTO DI PSICHIATRIA DI BERGAMO DOVE ELENA CASETTO È MORTA BRUCIATA VIVA LEGATA MANI E PIEDI A UN LETTO DI CONTENZIONE DEVE ESSERE CHIUSO